Il varo di una gondola

Non essendoci ormai in città più molti squeri che fabbricano le gondole non capita molto spesso di assistere ad un varo, un momento particolare e tipico a Venezia. Costruire una gondola è dispendioso poiché il costo minimo è di almeno 40.000 euro, per un natante di tipo semplice, senza fregi e intagli. L'assemblaggio della gondola è affidato a personale altamente qualificato. I Maestri d’Ascia tramandano con passione un mestiere antico duemila anni, fatto di cultura, storia, ingegneria e ricerca; un patrimonio di conoscenze da salvaguardare per tramandare alle generazioni future un mestiere artigiano vitale e ricco di prospettive.

Al varo della gondola partecipano poi gli stessi costruttori ed il gondoliere che poi la vogherà. La sequenza fotografica è stata ripresa domenica 26 gennao 2014 presso lo Squero di Roberto Dei Rossi alla Giudecca.

Non era un vero varo come esigerebbe  la tradizione: al posto dei musetti con pasta e fagioli c'erano decine di tramezzini.

Mangiare e bere al varo di una gondola porta bene. Un tempo la benedizione del prete era d'obbligo. E la festa andava avanti fino a notte fonda.

"C'era anche chi cantava le fisarmoniche e mangiare e bere da paura.

Dipende dal gondoliere, magari ci sono quelli di dinastia e loro ci tengono a queste cose."

M.T.

E' stata una bellissima domenica trascorsa negli angoli della Giudecca esposti al sole, quelli che danno sulla Laguna. Le tradizioni, seppur cambiate, ci sono ancora. E vanno coltivate.

P1090871
P1090869
P1090885
P1090875
P1090874
P1090881
P1090876
P1090878
P1090879
P1090880
P1090882
P1090886
P1090900
P1090870
P1090890
P1090893
P1090894
P1090899

© carousel loader dal 1992 e speriamo ancora