Marciana: i Diarii di Marin Sanudo

Leggere i Diarii di Marin Sanudo, leggere la cronaca della città (1496-1533)
Libreria Sansoviniana, novembre – dicembre 2012
Piazzetta San Marco 13/a, Venezia, tel. +390412407211

Riprendendo l'iniziativa inaugurata nel 2010 con Leggere il Medioevo veneziano, leggere la laguna e continuata nel 2011 con Leggere l'Unità, la Biblioteca Nazionale Marciana presenta un nuovo ciclo di letture e commenti dedicato a Marin Sanudo, celebre storico e cronista veneziano, e all'opera a cui dedicò gran parte della sua vita, i Diarii. Iniziati nel 1496 e terminati nel 1533, offrono un dettagliato racconto della città articolato giorno per giorno e una fonte inesauribile di informazioni e notizie.

Le letture e i commenti dei tre incontri saranno dedicati a illustrare alcuni specifici temi (ideazione e conduzione di Tiziana Plebani, Ufficio Storico-Didattico):

1.
Lunedì 26 novembre, ore 17.00: Informazione e opinione pubblica nelle pagine dei Diarii. Saluto di Maurizio Messina (Direttore della Biblioteca Nazionale Marciana). Commento storico a cura di Massimo Rospocher (University of Leeds/Istituto Storico italo-germanico) si interessa di circolazione d’informazioni e opinioni nella prima età moderna. Sul tema ha pubblicato 'El vulgo zanza': Voci, spazi, pubblici a Venezia durante le guerre d'Italia, «Storica», XIV/48 (2010). 

2.
Lunedì 3 dicembre, ore 17.00: La città delle arti e degli scambi nel racconto dei Diarii. Commento storico a cura di Luca Molà ( European University Institute di Firenze) si occupa di storia dei commerci, tecnologia e proprietà intellettuale tra il tardo Medioevo e il Rinascimento. Su questi temi ha curato con Philippe Braunstein Il Rinascimento Italiano e l'Europa. 3. Produzione e tecniche , Treviso 2007.

Tra la fine del Quattrocento e l'inizio del Cinquecento l'economia di Venezia deve affrontare nuove sfide. Una difficile congiuntura colpisce il sistema bancario e l'espansione iberica negli oceani mette a repentaglio il traffico delle spezie. I mercanti veneziani reagiranno trasformando la città in un grande polo manifatturiero, all'avanguardia nello sviluppo delle innovazioni tecniche grazie all'applicazione dei brevetti e capace di rifornire i mercati e la corte dell'Impero Ottomano con le sue sete, i suoi gioielli e gli altri beni di lusso prodotti dalle sue innumerevoli botteghe 

3.
Lunedì 17 dicembre, ore 17.00: Giovani aristocratici in festa dallo sguardo dei Diarii. Commento storico a cura di Matteo Casini (Suffolk University, Boston) si occupa di storia politica e sociale veneziana di epoca rinascimentale e barocca. Sull'argomento ha pubblicato I gesti del principe. La festa politica a Firenze e Venezia in età rinascimentale, Venezia 1996.

Letture condotte da Antonino Varvarà, attore e regista teatrale, Direttore artistico della compagnia Questa Nave, docente presso l’Accademia Teatrale Veneta di Venezia e presso la Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine.


Diarii

Marin Sanudo, I Diarii, Cod. It. VII, 228 (=9215), c. 1r.


© carousel loader dal 1992 e speriamo ancora